Sport Village – La luce in fondo al tunnel… è spenta

Ormai due anni or sono, un gruppo di cittadini aveva portato alla ribalta, riuscendo, tramite un’interpellanza, a discuterlo in consiglio comunale, il problema legato allo Sport Village.
Una struttura di proprietà comunale, assegnata in gestione dal 2001 ad una società privata, la Sportset s.r.l., che versava in condizioni sempre più disastrose (campi da calcetto/tennis danneggiati, spogliatoi fatiscenti, con infiltrazioni d’acqua dal tetto, reti perimetrali bucate, etc.) e con bilanci ignoti. Peraltro la convenzione del 2001 non solo prevedeva la manutenzione ordinaria della struttura, ma anche una serie di interventi migliorativi, quali ad esempio la costruzione di nuovi spogliatoi, di un bar, l’asfaltatura della stradina interna, eventualmente una piscina. Ed invece nulla……dopo 14 anni…..
La nostra richiesta di intervento alla giunta comunale era chiaramente mirata a valorizzare un bene pubblico, a renderlo fruibile alla collettività; ritenevamo che occorresse una presa di posizione decisa da parte degli organi competenti affinché Sportset fosse messa di fronte ai propri obblighi: la convenzione doveva essere rispettata oppure sarebbe decaduta.
Ora apprendiamo che, con atto pubblicato in data 30/09/2015, la Giunta ha deliberato, dopo approfondita discussione e con parere favorevole degli organi tecnici:

  • DI DISPORRE, quale atto di indirizzo, la risoluzione immediata del contratto in essere con l’Associazione Sportiva Sportset S.r.l. per la gestione della struttura di proprietà comunale ubicata in via Togliatti, in quanto la stessa Associazione risulta inadempiente agli obblighi contrattuali.
  • DI DARE MANDATO al Responsabile dell’Area Lavori Pubblici e Gestione del Patrimonio di procedere all’adozione di tutti gli atti necessari e conseguenti.

A dimostrazione che la Nostra segnalazione non rappresentava un sabotaggio ma portava alla luce un reale problema della collettività.
Sarebbe utopico aspettarsi che l’amministrazione riconosca al nostro gruppo il merito di aver portato il problema ad una soluzione. Ormai siamo in piena campagna elettorale ed è ben chiaro chi si appunterà la medaglia per aver risolto (si spera definitivamente) la situazione. In ogni caso, le medaglie non c’interessano, badiamo alla sostanza, finalmente un problema della comunità rivoltana, segnalato dai cittadini e più volte sollevato da parte nostra in consiglio, volge ad una soluzione positiva. Ora occorre evitare di ripetere gli errori del passato. Chi vincerà il nuovo bando per la gestione dello Sport Village, dovrà puntare all’eccellenza, in collaborazione con il comune, per poter fornire il miglior servizio possibile. E il comune dovrà vigilare costantemente sull’attuazione della convenzione, molto meglio e più che in passato. I Rivoltani, dopo quattordici anni di attesa, meritano il meglio e noi ci stiamo già muovendo in questa direzione.

Lascia un commento