Sport Village: abbiamo perso tutti

E’ una sconfitta, per noi, per l’Amministrazione e soprattutto per i cittadini.

Lo Sport Village è considerato un asset importante per lo sviluppo della zona di Viale Ponte Vecchio (demagogia) ma non è una priorità per l’Amministrazione (realtà), che ha preferito e preferirà destinare soldi ed attenzioni ad altri progetti (vedi, ad esempio, gli “Orti sociali” che costeranno alla comunità circa 80.000 €).
Troppo alti i costi, stimati dal Sindaco in 4/500 mila euro (probabilmente si punta a ricostruire gli spogliatoi in marmo di Carrara) per la sola ristrutturazione, ovviamente insostenibili per le casse comunali.
Costi che fanno letteralmente “scappare” possibili investitori privati, manifestanti interesse fino alla lettura delle possibili stime di spesa (Sarebbe stato utile far leggere loro anche i bilanci ma non sono MAI pervenuti).
Questa cifra abnorme ha diverse cause e diversi colpevoli:
– chi ha stipulato la convenzione nel 2000, lasciando carta bianca al gestore, senza praticamente alcun vincolo;
– chi per 16 anni (ormai la struttura è chiusa da 18 mesi), nonostante le segnalazioni, ha chiuso entrambi gli occhi, di fronte ad una gestione scellerata della struttura;
– chi ha promesso opere faraoniche, senza mai mettere a bilancio un euro, anche solo per  poter progettare un futuro rilancio dell’area e magari invogliare qualche privato;
– chi ha gettato la spugna, arrivando perfino ad accusarci di aver presentato solo interrogazioni e mai proposte…
Negli ultimi mesi abbiamo visto progetti privati patrocinati, reclamizzati, illustrati su tutti i media a disposizione dell’Amministrazione e in tutte le occasioni possibili, mentre nessuna iniziativa è stata mai intrapresa per rilanciare l’immagine di quest’area (come ad esempio era stato fatto per l’Ariston, riaprendolo per un giorno).
Più volte, anche recentemente, siamo stati accusati di essere polemici e mai propositivi, ma NOI siamo certi di aver fatto il NOSTRO lavoro di controllo e critica, anche in questo caso.

Voi?

Requiem aeternam per lo Sport Village. Che una futura lungimirante amministrazione possa trovare un modo per resuscitarlo.