RicicliAMO

In merito alla comunicazione di RivoltiAmo avente ad oggetto il riconoscimento ottenuto dal nostro Comune in ambito di Raccolta differenziata rifiuti, è curioso notare l’elogio rivolto oggi – in periodo di campagna elettorale – ai cittadini Rivoltani ed al loro “grandissimo senso civico…..”, nonostante ad ottobre 2015 gli stessi Rivoltani siano stati indicati come incivili dalla nostra Amministrazione (ricordiamo il sabato di spazzamento del centro con scope e palette…..).
Curioso è sicuramente anche l’autocompiacimento dell’Amministrazione comunale, in particolare dopo un anno – il 2015 – caratterizzato dall’inefficienza dei servizi di raccolta e spazzamento strade e da una manifesta inerzia sul tema, perdurata fino allo scorso settembre 2015.
In realtà, se si osservano i dati a disposizione (non riportati nella comunicazione, ma rinvenibili in rete nelle statistiche di Lega Ambiente dei Comuni Ricicloni, nei Piani Provinciali di Gestione Rifiuti o nel Catasto Rifiuti) relativi al trend di raccolta differenziata: sono assolutamente in linea con gli anni scorsi. È chiaro pertanto che reali passi in avanti nella RD in questi anni non ne sono stati fatti.

ArticoloInciviliLaProvincia
L’articolo della Provincia 11/10/2015

Si ha inoltre l’impressione che l’attenzione venga spostata dalla valutazione della qualità del servizio di raccolta rifiuti alla raccolta differenziata. In qualità di cittadini rivoltani non siamo solo interessati a quest’ultima (comunque fondamentale), ma anche (forse soprattutto) alla qualità del servizio, oltre che ad altri aspetti più pratici nella gestione rifiuti, quali ad esempio la disponibilità di cestini anche nelle aree periferiche del paese. Pertanto sarebbe opportuno, per poter meglio valutare il funzionamento di un servizio che paghiamo, ragionare non solo di percentuale di RD, ma anche di indici prestazionali del servizio oppure di statistiche sulle segnalazioni mensili da parte dei cittadini (a proposito, esiste un registro delle segnalazioni fatte dai Rivoltani?). Purtroppo questi dati non sono citati nella comunicazione del Sindaco, né rinvenibili sul sito del Comune.
Si ritiene infine che ogni riferimento relativo all’eventuale abbattimento di costi dovrebbe essere rimandato a giugno 2016, quando il costo del servizio sicuramente aumenterà.

 

Lascia un commento