Questa scuola non s’ha da fare

Sfogliando il programma elettorale, presentato a giugno 2016, dal gruppo “civico” che attualmente amministra il nostro paese, a pagina 19 troviamo:

il progetto di cui si fa riferimento, che prevede la costruzione della nuova scuola materna nell’area tra la scuola elementare a la scuola media, (senza tener conto della già complessa situazione viabilistica della zona), si è classificato alla posizione 218 della graduatoria di quelli “finanziabili dallo Stato a fondo perduto” e, dal 2011 ad oggi, è costato alla Comunità all’incirca 58.000 €, prevedendo inoltre l’alienazione di terreni pubblici, compreso il parco del Cremo, che sarebbero serviti per finanziare l’opera.

Leggendo il Documento Unico di Programmazione presentato martedì 7 febbraio in Consiglio Comunale, a pagina 39 troviamo:

Dopo soli 8 mesi il “2016” è diventato “2018”… come vola il tempo quando ci si diverte.

L’Amministrazione ha dichiarato che, qualora non fosse possibile accedere al finanziamento, attuerebbe il “Piano B” (al momento top secret).

In realtà, se considerassimo le alienazioni dei terreni il “Piano A” e il finanziamento statale il “Piano B”, la lettera da applicare sarebbe la “C”.

… e la “Z” è sempre più vicina…