Il Nostro Ponte

In greco antico, il termine “simbolo” aveva il significato di “tessera di riconoscimento” o “tessera hospitalitas (ospitale)”. Pensando a Rivolta, due sono i principali simboli: la torre campanaria che si eleva nella nostra piazza, permettendo ai pellegrini di scorgere il bel paese a chilometri di distanza e il ponte vecchio, ormai ridotto ad un rudere, avvolto dal muschio, da diverse specie di arbusti e recintato in più punti, a tutela dei fruitori del fiume. In pratica, abbandonato a se stesso. Crediamo che ciò che resta del ponte vada tutelato, così come le mura e le cascine storiche, per evitare, un giorno, di rimpiangere un altro pezzo di storia di Rivolta, svanito nel tempo a causa della noncuranza dell’uomo. Ponte2

“Distruggere la memoria equivale a distruggere la base della propria identità e della propria continuità nel tempo.”

Lascia un commento