Gualtiero Debernardi

Classe 1981.
Sono un appassionato di qualsiasi cosa ricordi vagamente un pc, diplomato e laureato in informatica, lavoro come programmatore per una azienda di consulenza sia in Italia che all’estero. Ho la fortuna di avere una moglie e una splendida bambina nata a settembre del 2014.

In 30 e passa anni ho cercato di fare il musico, tentato la via del ricercatore, sperimentato il lavoro con persone diversamente abili,  mosso qualche passo come manager, incontrato un sacco di gente e persa altrettanta, amato e odiato quello che per volontà o necessità facevo, smontato e rotto tante cose ma riparate molte.

Nel mio settore quello che funziona oggi, domani è già passato, le esigenze di oggi, non sono più quelle di qualche anno (o mese) fa.
Sono convinto che anche il nostro paese stia attraversando un’epoca di rivoluzione e, volenti o nolenti, dobbiamo fare i conti col fatto che non si può stare attaccati ai soliti meccanismi. A livello locale la Politica va fatta con le persone, non con i partiti, mettendo davanti dei valori, non gli interessi personali.

Al primo incontro con Rivolta al Futuro ho trovato questo: donne e uomini che, anche senza essere professionisti della politica, hanno un bagaglio di vita da mettere a disposizione.

In Rivolta al Futuro c’è la coerenza di chi non spara alto, ci sono le idee su come ripensare il centro paese e i servizi che diventano sempre più “ingorgati” in un punto, ci sono l’attenzione alle categorie più deboli, c’è il rispetto e il recupero dell’ambiente, c’è la voglia di unire le conoscenze di tutte le associazioni che con tenacia operano nel nostro borgo, ma sopratutto c’è l’onestà e l’umiltà di chi lavora e che non denigra gli altri per compensare il proprio vuoto.
Se pur con molte riserve (per non dire paure) ho accettato la sfida più grande, candidarmi a Sindaco.

Il nostro gruppo Rivolta al Futuro, da subito, si è distinto per aver cominciato in mezzo alla gente, in posizione d’ascolto. Ed è questo il Sindaco che VOGLIO essere: in ascolto, affiancato da un gruppo che si è organizzato spontaneamente in ambiti in base a competenze e professionalità. E io ho piena fiducia in chi mi sta a fianco.

See ya in the pit